Il nido dell'Anatra

"I censori tendono a fare quello che soltanto gli psicotici fanno: confondere l'illusione con la realtà". (David Cronenberg)

Non so che farmene…


…de gioco competitivo.
…degli eserciti bilanciati.
…delle partite nei tornei.
…delle regole da torneo.
Non so proprio che farmene.
Sono uno che gioca per divertirsi e non per vincere. Non è una bella frase fatta, di frasi fatte ce ne sono a secchiate, ma chi gioca per il gusto di giocare si diverte se non ha paletti, se ha la simulazione, se è quella che cerca, o il culo, se  vuole solo i dadi.
Sono moderatamente disgustato da tutto quello che da un po’ di tempo a questa parte propone la GW. Regolamenti “vecchi” e miniature che costano un visibilio… poi ti prendono pure per il culo perché non te le fanno usare nei tornei. Ma vaffanculo, la prossima volta me la regali quella cazzo di miniatura se non me la fai usare. E uno dei motivi per cui trovo antiludici i tornei. Si gioca solo per vincere e mai per divertirsi.
Poi sta in cattive acque la GW… eh per forza a furia di tirare la corda alla fine si spezza.
Leggo il regolamento di Confrontation e che mi ritrovo? che se uno spende più di un altro in miniature vince. Quantità quantità quantità. E affanculo tattiche realismo e punti…
Allora mi rifugio in simulazioni storiche, in partite che sono sbilanciate perché nessuno avrebbe mai iniziato una battaglia sapendo che, non solo le forze si equivalevano, ma che c’era la possibilità di avere il proprio esercito penalizzato dal numero, dalle condizioni atmosferiche o da qualche cazzo di pino che madre natura nella sua infinita saggezza ha fanno nascere dove io dovrei vedere coi miei arceri.
Mi metto a studiare per l’ennesima volta il regolamento di Advanced Squad Leader anche se so che ci sono simulazioni per PC che mi semplficano la vita, ma sono un feticista e le cose mi piace toccarle con mano, vederle anche a lume di candela, e non dover formattare il tavolo perché c’è un regolamento che non è compatibile col legno.
Il gioco da tavolo e il wargame hanno una cosa in comune, una parola: “game” e se c’è quella parola voglio che significhi divertimento, non presa per il culo.
Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “Non so che farmene…

  1. Massimiliano in ha detto:

    quanta immensa sagezza in queste parole !!!!
    le condivido TUTTE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Il nido dell'Anatra

"I censori tendono a fare quello che soltanto gli psicotici fanno: confondere l'illusione con la realtà". (David Cronenberg)

CINEMANOMETRO

recensioni film fantascienza, horror, mostri e amenita varie

Come Non Detto

il blog di Leo Ortolani, che ci teneva tanto, bisogna capirlo

Telefilm, creano dipendenza!

Non costa nulla sognare..

Living Cinema

Electro eyes and drop out visions

cazzochevento

Just another WordPress.com site

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: