Il nido dell'Anatra

"I censori tendono a fare quello che soltanto gli psicotici fanno: confondere l'illusione con la realtà". (David Cronenberg)

SHOGUN (Queen Games)


Questo SHOGUN non ha niente a che fare con l’altro, quello dell’86 della Milton Bradley conosciuto anche come SAMURAI SWORD che era un simil Axis & Allies nel giappone feudale. Questo Shogun è decisamente diverso.

Lo scopo è lo stesso, governare, conquistare, combattere e… gestire, sfamare, costruire, il tutto in due anni.

Il gioco ha una durata predeterminata: otto turni, ogni turno rappresenta una stagione dell’anno, ogni inverno il turno non viene giocato normalmente ma si tirano le somme dell’annata e si risolvono i tumulti se ce ne sono, si calcolano le entrate e le perdite di riso e il punteggio generale. Di fatto i turni che si giocano sono sei, i due turni invernali (si gioca nell’arco di due anni, sveglia!) servono solo per conteggio risorse (aka punti vittoria).

La dea bendata in questo gioco conta, ma non così tanto, se si escludono i combattimenti tra armate (o anche tra armate e contadini!!) che si risolvono nella “torre”, troppo lungo da spiegare ma velocissimo da eseguire. In soldoni il numero in questo caso conta,molti uomini fanno la differenza. Vanno tenuti di conto anche i contadini, se un’armata attacca una regione adiacente nemica, oltre al proprio esercito, eventuali armate bonus date da fortezze, ci sono anche i contadini (i dadini verdi) che aiutano il proprio daimyo.

Le regioni della mappa che rappresenta il Giappone (non mi guardare con quella faccia… lo so poteva essere Kronos ed essere pieno di Klingon ma si sarebbe chiamato kah-PlhaH allora e non Shogun) hanno ognuna delle caratteristiche specifiche, chi fornisce maggior quantità di riso, chi di oro… ma attenzione prendere per due volte di fila nello stesso anno risorse dalla medesima regione trasformera i “tumulti” della prima tassa in vere “insurrezioni” con il rischio di perdere la regione perché i contadini hanno fatto un culo così alle due micragnose armate (che tanto chissenefrega sono solo degli zappatori) lasciate tanto per presidiare. E i contadini quanto s’incazzano s’incazzano eh…

Il resto del turno lo si occupa pianificando e giocandolo, ogni turno dura dieci fasi scandite da carte azione che determinano quello che in quella fase i giocatori possono fare. In giocatori quindi eseguono quell’azione nella regione che hanno deciso di utilizzare nel preciso ordine dato dalle carte. Complicato? sembra ma in realtà è la cosa più semplice del mondo.

Oh dimenticavo l’ordine di inizio per ciascun giocatore è determinato da un’asta iniziale, la quale permette al giocatore di scegliere una delle carte speciali, che offrono particolari bonus a chi le possiede per tutto il turno (una stagione), poste casualmente sull’ordine di inizio. Quindi il giocatore che vince l’asta può scegliere di essere il primo o di avere una particolare azione speciale, se le due cose che vuole coincidono beh… signori questo è culo sfondato.

Senza conoscere le regole il gioco ha una durata di 2 orette più o meno, gente rodata può tranquillamente togliere mezzora.

01 02 03 04

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Il nido dell'Anatra

"I censori tendono a fare quello che soltanto gli psicotici fanno: confondere l'illusione con la realtà". (David Cronenberg)

CINEMANOMETRO

recensioni film fantascienza, horror, mostri e amenita varie

Come Non Detto

il blog di Leo Ortolani, che ci teneva tanto, bisogna capirlo

Telefilm, creano dipendenza!

Non costa nulla sognare..

Living Cinema

Electro eyes and drop out visions

cazzochevento

Just another WordPress.com site

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: