Il nido dell'Anatra

"I censori tendono a fare quello che soltanto gli psicotici fanno: confondere l'illusione con la realtà". (David Cronenberg)

Archivio per il giorno “febbraio 16, 2008”

LO SAPEVO! LO SAPEVO CHE ERANO I TAVARES! LO SAPEVO!


 

Ora, voglio dire, sono già diversi anni che va avanti questa storia. Sì ok siamo d’accordo che le cover le hanno sempre fatte, Besame Mucho ormai la hanno cantata anche gli zombi di Romero o Ze’ do Caixao (che lo conosco solo io mi sa ma vabbè), ma farmi sentire un pezzo, storico o meno, bello o meno non mi interessa, ma cantato da qualche imbecille che non ha idee per scriversene uno suo e cambiargli il titolo mantenendo il riff o come accidenti si dice, il ritornello e modificando l’impostazione del cantato mi sa di presa per il culo. Ché poi ci sono quelli che pensano che l’hanno scritta quelli che la cantano quella canzone “figa”.

Mi ricordo tempo fa, stavo ascoltando Kashmir dei Led Zeppelin, arriva un ragazzetto e fa: “Ohh bella questa, bellissima è quella di Godzilla di Puff Daddy!!!”. Già quel film mi fa venire l’orticaria perché considero Roland Hemmerich un vero cialtrone cinematografico, ma cazzo, mi nomini Puff Daddy?

“No guarda, questa è Kashmir degli Zeppelin,”

“Sì sarà ma l’hanno copiata da Puff Daddy!”

STUMP! Un calcio nel culo. “Ma santo d’un Dio, c’è anche Jimmy Page nel video che suona con l’imbecille che canta…”

Poi c’è Rihanna, che tempo fa riuscì a rovinare qualcosa di cui non ricordo il titolo, ma so che lo ha fatto, me ne sono accorto. Ha la faccia di una che può rovinare cose.

L’altro giorno chi ti vedo? Jennifer Lopez e il suo bel culo. Si dimena come si dimenava Tina Turner (sì sì ti piacerebbe far il verso alla vecchia Tina) e canta un motivetto arzillo dal titolo “Hold it Don’t Drop it”. Il titolo non mi dice niente, ma avendo un’età nella quale tutti i pezzi anni 70 da discoteca mi ronzano nella testa perché ero un bambino in quel periodo e la radio a casa mia era sempre accesa mi vengono in mente i Tavares… Indovina un po’? il motivetto arzillo di miss Culorotondo è proprio un pezzo dei Tavares: It Only Takes a Minute. Ma si potrebbe andare avanti ancora parecchio così eh. Da Madonna che ci ha fatto un cd intero scimmiottando gli ABBA, fino ai Take That o uno di quei gruppi lì con quelli che sballettano di qua e di là.

Mancanza d’idee? Mi debbo preoccupare? Vabbè che una volta c’era della gente che si chiamava Banco del Mutuo Soccorso, Genesis, Roxy Music, King Crimson (no questi ci sono ancora fortunatamente) che facevano delle specie di cattedrali sonore anche (forse) un po’ stucchevoli e “Gaudiane” se mi si passa il termine, ma almeno erano cose loro. Ok ok J.S. Bach c’è sempre e sempre ci sarà specialmente nell’Heavy Metal, ma un conto è ispirarsi un conto è razziare.

Viva le idee comunque eh…

Annunci

Navigazione articolo

Il nido dell'Anatra

"I censori tendono a fare quello che soltanto gli psicotici fanno: confondere l'illusione con la realtà". (David Cronenberg)

CINEMANOMETRO

recensioni film fantascienza, horror, mostri e amenita varie

Come Non Detto

il blog di Leo Ortolani, che ci teneva tanto, bisogna capirlo

Telefilm, creano dipendenza!

Non costa nulla sognare..

Living Cinema

Electro eyes and drop out visions

cazzochevento

Just another WordPress.com site

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: