Il nido dell'Anatra

"I censori tendono a fare quello che soltanto gli psicotici fanno: confondere l'illusione con la realtà". (David Cronenberg)

Archivio per il tag “Star Wars”

DOMANDE CHE FANNO PERDERE IL SONNO


Perché Obi Wan Kenobi dice a Luke “non ricordo di aver mai avuto un droide” quando QUEL droide gli ha salvato il culo parecchie volte in gioventù?

Perché la registrazione col messaggio di aiuto di Leia Organa una volta dice “sei la mia SOLA speranza” e poi dice “sei la mia UNICA speranza”?

Perché la guerra dei Cloni è diventata la guerra dei Quoti?

Perché il padre di Luke era “il miglior stella-pilota della galassia”? Ma soprattutto che cazz’è uno “stella-pilota”?

Perché Obi Wan Kenobi non potrà mai essere uno del mossad? perché nasconde un “testimone” e continua a chiamarlo Luke SKYWALKER… come il padre serial-killer e lo porta pure sul pianeta natìo. Solo Cluseau potrebbe far tanto. En Plein!

Perché Obi Wan nemmeno da morto sa che Luke ha una sorella quando era presente al parto? Obi Wan “il ragazzo è la nostra unica speranza”, Yoda: “no ce n’è un’altra”… e lo sa pure Yoda che nemmeno c’era!

Perché Leia dice a Luke di ricordarsi sua madre un po’, quando nemmeno l’ha vista viva perché è morta durante il parto?

Che i Midi-Clorian diano alla testa?

No, altrimenti non si spiega come mai R2 D2 al quale nessuno ha mai cancellato la memoria, tra i suoi mille fischiettini del cazzo ha mai accennato al fatto di “uè ma io ti conosco… ti ho salvato il culo parecchie volte ben kenobi… non fare il bischero a far finta di non riconoscermi!”.

E soprattutto perché il Signor Anakin Skywalker, per gli amici Darth Vader, non è conosciuto dappertutto come il più grande traditore di tutti i tempi e nessuno sputa in faccia a Luke perché porta il suo stesso cognome? Voglio dire… lo sanno anche i sassi di Tatooine che Vader-Slywalker sono la stessa persona… nessuno pensa che Hitler sia un pittore di acquerelli perché dipingeva acquerelli…

Ed infine, perché Guerre Stellari (IV, V e VI) è uguale al Signore degli Anelli?

Provare a sostituire:

Lato Oscuro – Unico Anello

Imperatore Palpatine – Sauron

Darth Vader – Balrog (per ep. IV) Saruman (Ep V)

Obi Wan – Gandalf

Han Solo – Aragorn

Morte Nera – Mordor

Dagobah – Fangorn

Leia – Arwen

La compagnia dell’Anello – Episodio IV Una nuova speranza

LE due torri – Episodio V L’impero colpisce ancora

Il Ritorno del Re – Episodio VI Il ritorno dello Jedi.

DI CHI E’ STAR WARS?


Questa è una sega mentale.

Giusto ieri mi sono visto un nuovo episodio di STAR TREK: NEW VOYAGES, la web-serie no-profit, tutalmente gratuita e assolutamente strepitosa.

Bene questa serie è totalmente indipendente dalla casa di produzione cui diritti appartengono: la Paramount Pictures. Star Trek NON appartiene a nessuno se non alla casa di produzione e agli eredi di Gene Roddenberry, ma solo per le royalties. L’episodio in questione è prodotto da James Cawley, che ovviamente nessuno conosce ma è l’interprete del capitano James T. Kirk proprio in questa serie, fan, attore e produttore, lui come tutti gli altri partecipanti. Poi ci sono i pezzi grossi, Walter Koenig, l’interprete del tenente Pavel Chekov nella serie originale che interpreta sé stesso invecchiato, DC Fontana ha scritto l’episodio, che per chi non lo sapesse è la mente che sta dietro TUTTA la serie originale di Star Trek. Adesso mi domando questa gente ha dei contratti? Ha dei vincoli? Perché come se non bastasse persino la sigla di Alexander Courage è stata utilizzata. STAR TREK NEW VOYAGES è un operazione mai vista prima, gratuita, senza vincoli, e alla quale partecipano attori e scrittori che hanno fatto la storia dello show.

Poi c’è lui, George Lucas che disse: “Star Wars è mio e lo realizzo, lo rimaneggio, e lo faccio vedere, quando dove e se pare a me”.

Se qualcuno si “permettesse” di realizzare un’operazione del genere con Guerre Stellari, probabilmente passerebbe il resto della sua vita a parlare con avvocati, giudici e probabilmente secondini.

Quando si dice la mentalità. Gene Roddenberry è stato un uomo buono, uno con un sogno da realizzare dopo aver fatto la guerra di Korea come pilota, nel quale le differenze non sarebbero più state dei limiti ma delle risorse. Roddenberry è stato (ed è tuttora nonostante non sia più tra noi) Star Trek. Ma il suo Star Trek è stato un regalo per chi, come me, ha saputo apprezzarlo, e si è appassionato a tutte le serie nate in seguito. Star Trek è stato in qualche modo regalato… Ovviamente vincoli e diritti d’autore ci sono anche qui, ma l’elasticità di questa cosa è impressionante.

Con Star Wars sarebbe impensabile, perché appartiene ad un uomo solo, e Lucas, è sì il creatore della saga, ma è anche il fermo proprietario della SUA cosa.

Lucas è diventato prima di tutto un imprendotore, poi un inventore di cinema e infine un regista.

Dopo trent’anni ormai Guerre Stellari appartiene ad una generazione intera, che lo ha visto da bambino ed è cresciuto citando Yoda, facendo rumori con la bocca imitando le spade laser, i Tie Fighter o i versi di Chewie.

Ma ho notato una cosa curiosa, mentre i fans di Star Trek vivono Star Trek come una sorta di happening con gli autori ed attori, interagendo direttamente con loro, e creando assieme la maggior parte delle cose, i fans di Guerre Stellari sono solo spettatori passivi… felici ma passivi.

Che peccato… Lucas perde un sacco d’occasioni…

Navigazione articolo

Il nido dell'Anatra

"I censori tendono a fare quello che soltanto gli psicotici fanno: confondere l'illusione con la realtà". (David Cronenberg)

CINEMANOMETRO

recensioni film fantascienza, horror, mostri e amenita varie

Come Non Detto

il blog di Leo Ortolani, che ci teneva tanto, bisogna capirlo

Telefilm, creano dipendenza!

Non costa nulla sognare..

Living Cinema

Electro eyes and drop out visions

cazzochevento

Just another WordPress.com site

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: