Il nido dell'Anatra

"I censori tendono a fare quello che soltanto gli psicotici fanno: confondere l'illusione con la realtà". (David Cronenberg)

Archivio per il tag “DC Comics”

LOBO, L’UOMO


Allora, per chi non lo sapesse L’Uomo è l’ultimo della sua specie, è uno Czarniano, ed è l’ultimo per un motivo molto semplice: voleva essere l’ultimo. E così è stato, ha sterminato il suo intero pianeta e adesso si gode la sua unicità fumando sigari, ascoltando trash metal, massacrando di botte poveracci in bar di infimo ordine e ogni tanto prendendo per il culo i tizi col mascellone (si riferisce a quelli della Justice League, Superman e compagnia bella). Poi è successo che è morto ed è finito in paradiso, perché all’inferno non ce lo volevano davvero. In paradiso ha spaccato il culo a santi e angeli e ha sventrato l’intera baracca col risultato di tornare vivo tra i mortali. Questo è L’Uomo.

Bene su L’Uomo s’era parlato di un film che doveva essere diretto da Guy Ritchie. Il buon Guy ha poi ringambato (tradotto si è ritirato mettendola nel culo a tutti) in favore del brand di Sherlock Holmes (contento lui).

S’è più saputo nulla fino a quando The Rock, al secolo Dwayne Johnson, ha detto di essere stato contattato per la parte. La cosa peggiore però è un’altra: il film se verrà realizzato sarà un PG 13! Sì ho scritto bene sarà un film con un divieto ai minori di 13 anni. La notizia non è nuova, lo so, diciamo che comincia a puzzare… Ma…

Gesù, per Lobo? Ma che vogliono fare la vita di Madre Teresa? Ora se nessuno ha mai letto Lobo diciamo che è una versione edulcorata di RanXerox… eh sì c’è qualcosa di più trucido di Lobo. L’Uomo usa la violenza e il turpiloquio come stile di vita, il vecchio RanXerox anche le bestemmie (quelle classiche dei nostri nonni, per intenderci), a proposito ma un bel film su RanXerox? Ché il vecchio Ranx è sempre il vecchio Ranx… ora per i bimbiminkia che leggono gli X Men, il tizio grosso che si chiama Guido Carosella è palesemente ispirato (fisicamente) e credo sia anche un omaggio a RanXerox, vero e proprio fumetto cult negli USA, pur essendo italiano fino al midollo. Consiglio vivamente di recuperarlo e di dire una preghierina per Stefano Tamburini. ZNORT!

Ma sto divagando, parlavo de L’Uomo. Nel 2002 venne realizzato un corto di 13 minuti ispirato all’albo in cui L’Uomo viene ingaggiato dal Coniglio Pasquale per far fuori Babbo Natale. Si vede che si tratta di un opera amatoriale, ma è molto fedele a quello che dovrebbe essere L’Uomo. È divertente e ne consiglio la visione a chi è interessato e se lo fosse perso.

E ricordiamoci sempre che l’albo di Lobo dal titolo The Wisdom of Lobo è composto da 64 pagine bianche. E ho detto tutto su quanto Giffen Grant e Bisley prendano per il culo tutti quanti.

PS a proposito la mia sperticata ammirazione totale per le capacità grafiche di Simon Bisley. Una specie di miracoloso punto di incontro tra Bill Sienkiewickz e Tanino Liberatore.

PPS il progetto comunque pare al momento naufragato, persino The Rock ne ha recitato il De Profundis, e non resta che sperare che la quantità di quattrini riservati ad un film ignobile quale fu quello su Lanterna Verde, non vadano ad un altro film di tale levatura, fosse lo stesso Lobo… piuttosto meglio niente. Tanto ad Hollywood non hanno le palle per affrontare un film su L’Uomo.


Immagine

ARROW


Mi rilasso un attimo e faccio una pausa con la Missione.

Scrivo due righe a proposito di una serie tv arrivata al momento al decimo episodio: ARROW.

Il telefilm è incentrato sul personaggio della DC Comics Green Arrow, ma per rendere il tutto un po’ più realistico si è deciso di togliere il colore dalla freccia.

Il prodotto è di buon livello, Oliver Queen in questo caso gigioneggia poco, gli autori strizzano l’occhio al Batman di Nolan e decisamente a Jason Bourne soprattutto per quanto riguarda le scene d’azione, e c’è qualcosa pure del Conte di Montecristo.

Il Freccia Verde della serie è un vigilante duro e spietato, col corpo ricoperto di cicatrici, che durante l’azione non parla non fa battute sceme e soprattutto non si preoccupa di non uccidere, in questo caso un passo avanti contro il solito politically correct, al momento sta a metà tra il Punitore e Batman.

La serie ha una struttura un po’ a scatole cinesi, per certi versi ricorda anche un po’ LOST (con tanto di isola misteriosa) e si intuisce da subito che ha una trama  orizzontale e non verticale, l’arco narrativo è lungo e i misteri si dipanano di puntata in puntata.

Buoni gli attori, forse il protagonista un po’ meno a suo agio quando deve essere la faccia pubblica di Queen, che per inciso dovrebbe comportarsi come il Bruce Wayne di Bale. Bene anche per la co-protagonista principale, Katie Cassidy che comunque è sempre un bel vedere.

Per quanto riguarda la mitologia del personaggio, fanno capolino altri personaggi DC nella serie, ma avendo il taglio realistico bisogna conoscerne i nomi da civili per poterli riconoscere essendo anche privi di costumi sgargianti. Ovviamente non può mancare Dinah Lance (la Cassidy) che nei fumetti è conosciuta come Black Canary e qui è solo un avvocato idealista… almeno per ora, è comparsa in un paio di episodi, direttamente da Gotham City anche la Huntress vestita come un giustiziere della notte e con metodi e finalità decisamente simili (a Charles Bronson intendo). Mentre tra i villains fanno la loro comparsa Deadshot, China White e Deathstroke, alcuni molto riconoscibili altri di meno.

Prodotto interessante, asciutto e senza fronzoli, e con un cattivo che arriva da una serie di culto come Torchwood, sto parlando di John Barrowman.

Se gli autori non mandano tutto a puttane, il taglio iperrealistico (non ci saranno superpoteri) con cui la storia è narrata potrebbe ripagare assai bene nel futuro… chi lo sa magari anche con altri personaggi, mi pare che alla domanda se comparirà Bruce Wayne, gli autori non abbiano né negato né affermato su una sua ospitata.

Lo so tutti chiedono la serie di Batman, ma tanto la Warner credo non lo schiodi dal cinema, però c’è un Nolan (Jonathan, il fratello sceneggiatore) che in qualche modo Batman ce lo ha già dato, e ha la faccia di Jim Caviezel ed è già alla seconda stagione.

Ma di questo ne riparlerò…

Immagine

Navigazione articolo

Il nido dell'Anatra

"I censori tendono a fare quello che soltanto gli psicotici fanno: confondere l'illusione con la realtà". (David Cronenberg)

CINEMANOMETRO

recensioni film fantascienza, horror, mostri e amenita varie

Come Non Detto

il blog di Leo Ortolani, che ci teneva tanto, bisogna capirlo

Telefilm, creano dipendenza!

Non costa nulla sognare..

Living Cinema

Electro eyes and drop out visions

cazzochevento

Just another WordPress.com site

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: